looking outside my window essay written example of 1000 word essays on personal experience blessing of science essay in easy words something to declare essays on france and french culture sqa intermediate 1 english critical essay essay questions about ww2

ROMA-BRAGA 3-1

.

Sedicesimi di finale – Ritorno

di Daniele Bellanti

Missione compiuta per la Roma, che dopo il 2-0 ottenuto in Portogallo, batte il Braga anche nella gara di ritorno ed accede agli ottavi di finale di Europa League.

A sbloccarla, come all’andata, è Dzeko, che sfrutta una ribattuta dopo un palo clamoroso colpito da El Shaarawy con un meraviglioso tiro a giro.

Prima dell’intervallo è la traversa a negare il raddoppio a Pedro: nella ripresa, problema muscolare per Dzeko, sostituito da Mayoral, Pellegrini sbaglia un rigore ma serve il raddoppio a Perez, prima della sfortunata autorete di Cristante e del tris di Mayoral nel finale, che fissa il risultato sul 3-1.

LA CRONACA DELLA GARA

Fiducia dall’inizio per El Shaarawy e Dzeko, confermati Diawara ed il recuperato Cristante, mentre Spinazzola rifiata in vista del Milan: Fonseca non snatura il 3-4-2-1, con Karsdorp in difesa, Veretout esterno destro. 

In avvio, Roma in totale controllo della gara (eccezion fatta per una leggerezza di Cristante in impostazione) ed insidiosa con i tentativi di Veretout e Pedro smorzati dalla difesa portoghese.

Al 23’ arriva il vantaggio di Dzeko, bravo a sfruttare la ribattuta del palo colpito da El Shaarawy: per il Bosniaco si tratta del gol numero 29 nelle competizioni europee (qualificazioni escluse) con la maglia della Romarecord-man di sempre, dopo aver staccato Totti, fermo a quota 28. 

La replica del Braga si esaurisce nella doppia chance di Piazon e nella botta di Sporar, mentre a negare il 2-0 a Pedro è la traversa dopo l’invito dell’ottimo El Shaarawy.

L’importante vantaggio permette alla Roma di gestire la gara agevolmente anche nella ripresa, consentendo a Fonseca di operare i cambi in maniera oculata in vista della gara di domenica sera contro il Milan: unico cruccio, la sostituzione forzata per Dzeko, che si arrende ad un guaio muscolare per via di un allungo.

Al 71’ il neoentrato Perez si procura un penalty calciato fuori da Pellegrini, che tuttavia serve proprio allo spagnolo il pallone del 2-0.

Nel finale, solo una sfortunata autorete di Cristante interrompe a 379 i minuti d’imbattibilità della porta di Lopez, macchia superflua, considerato l’immediato e definitivo 3-1 di Mayoral, su assist di Spinazzola.

IL TABELLINO

ROMA (3-4-2-1): Lopez; Karsdorp, Cristante, Mancini; Veretout (59′ Spinazzola), Diawara, Villar (46′ Pellegrini), Bruno Peres; Pedro (77′ Mkhitaryan), El Shaarawy (59′ Perez); Dzeko (67′ Mayoral).

Allenatore: Fonseca

BRAGA (4-3-2-1): Tiago Sá; Zé Carlos, Tormena, Rolando, Sequeira (70′ Borja); A. Horta, Novais, Gaitan (60′ R. Horta); Piazon (60′ Fransergio), Galeno (77′ Infande); Sporar (60′ Ruiz).

Allenatore:Carvalhal

Gol: 23′ Dzeko (Roma), 74′ Perez (Roma), 88′ aut. Cristante (Braga), 91′ Mayoral (Roma)

AmmonitiVeretout (Roma)