joan didion migraine essays example outline comparison contrast essay current situation in pakistan essay essay of village life and city life

SUNE ISIDOR ANDERSSON

di Francesco Goccia

Sune Isidor Andersson, nato a Solna in Svezia il 22 febbraio 1921.Arriva alla Roma nella stagione 1950-1951, dopo che la sua nazionale svedese, ha fatto clamore nel nostro paese per essere riuscita ad eliminare proprio l’Italia ai mondiali brasiliani del 1950.In Svezia è considerato un grandissimo calciatore, è uno dei perni su cui si basa proprio la nazionale svedese, ma appena la Roma chiama, non ci pensa un solo secondo a fare le valigie e a trasferirsi nel nostro campionato. Questo perché in Svezia c’è ancora il dilettantismo e i soldi che girano in Italia, sono un sogno per qualsiasi giocatore che abbia il desiderio, di fare della sua passione il proprio lavoro.L’esordio con la maglia della Roma in serie A arriva il 10 settembre del 1950. La squadra giallorossa è impegnata a Bologna. L’allenatore Baloncieri schiera la seguente formazione: Tessari, Tre Re, Nordhal, Maestrelli, Spartano, Venturi, Lucchesi, ANDERSSON, Tontodonati, Ganassi, SundqvistLa partita, nonostante l’iniziale vantaggio giallorosso di Ganassi, termina 3-1 per il Bologna.Il primo gol in assoluto segnato da Andersson con la maglia giallorossa è datato 20 agosto 1950 nell’amichevole che la Roma gioca al Campo Viale Fassina di Rieti contro la Rappresentativa Giovanile Rieti.Finisce 9-0 davanti a 4.000 spettatori che sono accorsi per vedere la squadra giallorossa. I marcatori sono Merlin al 6’ poi quattro reti di Tontodonati tra l’11’ e il 46’ una rete al 55’ di ANDERSSON e poi ancora al 60’ Tontodonati, al 79’ Bacci e all’89’ Merlin che dunque apre e chiude l’amichevole.Il primo gol ufficiale invece arriva il 1 ottobre 1950 è la quarta giornata di campionato e la Roma ospita il Padova. Allo Stadio Nazionale Baloncieri schiera: Tessari, Tre Re, Nordhal, Cardarelli, Dell’Innocenti, Venturi, Merlin, Maestrelli, Tontodonati, Andersson, Sundqvist.La Roma vince 5-0 e Andersson non segna solamente il suo primo gol ma una bella doppietta. I gol sono di Sundqvist al 20’ e poi di Andersson al 30’ per il 2-0 con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa in due minuti la Roma cala il poker; al 65’ segna Tontodonati e al 66’ Andersson. Il definitivo 5-0 lo realizza Tontodonati.Purtroppo quest’ annata coincide con la retrocessione, unica della nostra storia in serie B ma il calciatore svedese, non abbandona la nave e rimane in giallorosso, anche per il successivo campionato, quello in cui immediatamente la Roma rialza la testa e torna nella serie che le compete. Una curiosità, anche l’ultima rete ufficiale del calciatore svedese con la maglia giallorossa è in realtà una doppietta. Il 15 giugno 1952 per la 37 giornata di Campionato, la Roma affronta il Siracusa e vince 6-0 le reti di Andersson sono quelle che indirizzano la gara. Segna infatti i gol dell’1-0 al 7’ e poi al 49’ quello del 2-0.La formazione giallorossa schierata da Viani è: Albani, Tre Re, Bortoletto, Cardarelli, Acconcia, Venturi, Merlin, Galli, Zecca, Andersson, Sundqvist.Sune Isidor Andersson gioca in campionato con la maglia della Roma 59 partite e realizza 12 gol.Con la nazionale svedese il bottino è di 28 gare, 4 gol è un titolo di Campione Olimpico nel 1948.