word nerd essay contest technology changing our lives essays centennial essays in honor of edward weston the hand that rocks the cradle rule the world essay free direct essays account ulysses tennyson analysis essay

GIORGIO ROSSI

di Fabrizio Grassetti

Ricordiamo lo storico massaggiatore Giorgio ROSSI, nato a Roma il 31 ottobre del 1931. È stato nella Roma per 54 anni, 9 mesi e 5 giorni. Prima ha collaborato con Angelino Cerretti, Roberto Minaccioni e Vittorio Boldorini. Poi da titolare del ruolo ha avuto come colleghi Eugenio Marinucci, Mario Mosca, Giorgio Cardoni, Silio Musa, Stefano Serreccia, Carlo Zazza, Alfredo Soi e Fabio Conta ed altri assistenti con ruoli minori. É stato stimatissimo dagli allenatori che si sono succeduti sulla panchina della Roma, in particolare da Liedholm, Capello e Spalletti, che affermava che Giorgio era il Presidente dello spogliatoio. Facendosi carico delle incombenze più varie è stato benvoluto da tutto l’ambiente romanista. Nume tutelare di tanti giocatori giallorossi, soprattutto dei più giovani, sempre vicino alla Tifoseria Giallorossa, a quanto risulta è stato il solo massaggiatore sportivo al quale, a cura dell’Unione Tifosi Romanisti e del Roma Club Eur Torrino Federica Del Poggetto, è stato dedicato un bellissimo libro: “IL PRIMO DELLA FILA. Storia di Giorgio Rossi: una vita con l’AS Roma dal 1957 ai giorni nostri” Autore Massimo Izzi.
Per la finale del campionato del mondo del 1990 a Roma il mitico Rossi è stato convocato come massaggiatore addetto all’arbitro. Come ha scritto Izzi “forse il più grande riconoscimento sportivo possibile per un massaggiatore. Una sorta di Nobel professionale”.

Al suo funerale l’U.T.R, autorizzata da Giacomo Losi (… titolare della frase ), ha esposto uno striscione con la scritta:

CIAO GIORGIO ROSSI CORE DE ROMA.