the communist manifesto essay topics essays on dissociative identity disorder write good essays examples essay on winter season clothes choice essay ideas topics to write an evaluation essay on

ALBERTO DE ROSSI

di Marco E. Gialloreti

Alberto De Rossi, nasce a Roma il 9 settembre 1957. Roccioso difensore ha militato nelle serie minori prima di diventare allenatore. Gli inizi, a fine anni settanta lo vedono in campo con la casacca della Roma Under 19. Inizia poi il suo lungo pellegrinare per l’Italia giocando con il Piacenza, il Mantova, il Siena il Montevarchi, il Prato, il Livorno in serie C, la Lucchese, il San Marino, l’ASD Sarzanese per poi concludere la sua carriera di calciatore praticamente a casa vestendo la storica casacca dell’Ostiamare e non poteva essere altrimenti. Inizia poi nel 1993 la sua avventura di allenatore delle giovanili dell’AS Roma, grazie ad una felice iniziativa di Bruno Conti. Alberto De Rossi ha visto numerosi ragazzini che poi, come si dice “hanno spiccato il volo”: Corvia, Ferronetti, Aquilani e poi ancora Galloppa, Curci tanto per citarne alcuni del periodo dei “pulcini e giovanissimi classi 1984 e 1985. Poi il passaggio agli allievi per quattro anni per poi approdare alla Primavera della quale possiamo dire che Alberto De Rossi ne è lo storico allenatore.Con la Primavera vanta un palmares straordinario: 3 scudetti, 2 Cappa Italia, 2 Supercoppa Italiana.Tra i tanti altri ragazzi che poi hanno debuttato in serie A come non ricordare: l’attuale capitano del Milan Romagnoli, il già capitano della Roma Alessandro Florenzi, il folletto Viviani che tanto fu apprezzato da Luis Enrique, l’ottimo Bertolacci, Matteo Politano ex Sassuolo, ex Inter ora in prestito al Napoli di Righio Gattuso e ancora tanti, ma tanti altri in giro per le squadre italiane ed estere. Una fucina di talenti gestita da chi, come lui stesso ama definirsi “adatto ad allenare le squadre giovanili”.In particolare la bellezza del suo lavoro nella squadra Primavera è che si tratta della fase finale preparatoria al professionismo dei suoi ragazzi e i tanti nomi dei giocatori da lui allenati e visti crescere e che abbiamo elencato solo in parte, è il bellissimo risultato dopo 16 anni di lavoro nel settore giovanile giallorosso.

Tanti auguri Mister!