MARQUINHO

di Roberto Reali

Marco Antonio de Matto Filho detto Marquinho, nato a Passo Fundo il 3 luglio 1986. La sua carriera professionistica ha inizio con il Botafogo dove disputa 5 partite.
Nella stagione successiva gioca con la Figueirense gioca 27 partite e segna 5 gol. È la stagione in cui si mette in evidenza, lo nota la Fluminense che lo acquista, con la nuova maglia vince un campionato nella stagione 2010-2011, disputa 94 partite e realizza 9 reti.
Nel gennaio 2012, il centrocampista passa alla Roma, è acquistato da Walter Sabatini per completare il reparto e migliorare la qualità delle rotazioni. Non incide quasi mai in maniera netta, tanto per fare un esempio, non si parla mai di lui come di un possibile titolare però effettivamente, il motivo del suo arrivo è un altro e a giochi fatti, possiamo dire che anche in questa occasione, il direttore sportivo ha fatto il suo. Nella prima stagione ha all’attivo 15 presenze e 3 gol.
Nel 2012-2013 il centrocampista brasiliano è grande protagonista della vittoria per 1-3 a Milano contro l’Inter. Una partita giocata in maniera esemplare dalla squadra giallorossa.
Nel gennaio 2014 Marquinho va in prestito al Verona, il suo esordio con il club scaligero avviene contro il Sassuolo nella partita vinta per 2-1, e il suo primo gol arriva nella vittoria 4-0 contro il Catania. A fine stagione però, la squadra gialloblù non lo riscatta. Nella stagione 2014-2015 si trasferisce nel Al-Ittiad e totalizza 26 presenze e 9 gol.
Nella stagione 2015-2016 il centrocampista torna a giocare nel campionato Italiano, gli dà fiducia nell’Udinese, non è una grande stagione, mette insieme solamente 11 presenze e a gennaio se ne va, passa infatti all’Al-Alhi.
Dal 2016 al 2018 torna alla Fluminense e totalizza 20 presenze ed 1 gol.
Nel 2019 nel Vasco de Gama giova sette partite e nel campionato attuale 2020 ritorna alla base, la Figuerense.